Una panchina per tè

romammirabile nuova serie n. 4

Una panchina per tè

Senzanome

care amiche e cari amici di romammirabile,

a chi di voi vorrà protrarre i festeggiamenti per il nuovo anno, suggeriamo di farne uno all’aperto: a Villa Torlonia.

Attraversato il cancello d’ingresso di via Nomentana 68, girate attorno all’obelisco (1), prendete le scale fino alla Casina Nobile e svoltate a destra. Qui, nel viale tra la Casina Nobile e il Casino dei Principi troverete allineate, a intervalli regolari e ombreggiate da querce, tre panchine di pietra: il sedile, di marmo (cm 168 lunghezza, 41,5 larghezza, alto da terra cm 36), è circondato da blocchi di tufo, tenuti insieme con la malta. In lontananza, avrete la vista su un prato con al lato destro cespugli fitti di palme di san Pietro (Chamaerops humilis L), chiome di pini e un altro obelisco: uno scorcio davvero mirabile che accompagnerà la vostra festa in Villa.

obeliscoObelisco, pini e palme visibili dalla panchina

 

Comodamente seduti ai due bordi della panchina, disponete al centro una tovaglia e l’occorrente per il tè – consigliata la varietà “Tanganda” (2), un tè nero, dai riflessi rossastri e dal sapore dolce e deciso, adattissimo per essere consumato all’aperto.

Vi consigliamo inoltre di portare due cuscini (35 x 35 cm), essendo freddo il marmo e fredda – si presume – la giornata. Per la tovaglietta da tè, portate quella ricamata da voi alle elementari, sulla quale disporrete i pasticcini oppure una torta fatta in casa sempre da voi. Se non sapete né ricamare né cucinare, andate direttamente al punto “in extremis” – e restateci.

coppiarid

Laura e il suo amico Stefano, in ricognizione per questa puntata, provano l’effetto della vista dalla panchina.

Ricetta

La torta Matilde

(ricetta ricopiata dalla pagina di un ricettario scritto in bella calligrafia da Annetta Durante negli anni Cinquanta del secolo scorso).

Bisogna battere un uovo, bianco e rosso insieme, e aggiungere al battuto gr. 100 di zucchero in polvere e gr. 50 di burro, battendo tutto per 5 minuti.

Si aggiunge poi mezzo bicchiere di latte e un poco di sale e si rimescola. Si completa l’impasto con 250 grammi di farina e mezza bustina di lievito vanigliato.

Ottenuta una pasta né troppo molle né troppo densa, si lascia riposare per mezz’ora, poi si stende nella teglia uno strato di pasta, si tagliano a fettine due mele, si copre il tutto con parecchi fiocchetti di burro e uva sultanina e si spolverizza con zucchero e biscotti secchi grattugiati. Si copre tutto col resto della pasta e si inforna a fuoco moderato per mezz’ora.”

in extremis”

Se, oltretutto, le panchine sono tutte e tre occupate, o se piove o nevica, potete optare per un tè bell’e fatto e servito a tavolino andando al bar ristorante “La Limonaia”. Qui, a un nutrito gruppo di camerieri in impeccabile divisa nera, ordinerete il tè – e anche i pasticcini (se non li avete già).

Appendice riservata ai lettori della puntata precedente

Se avete perso tutte le occasioni per acquistare i famosi quadrifogli, non disperate: c’è un’altra possibilità a portata di mano!

Riscaldati dal tè, andate spediti a Technotown, accanto all’ingresso della Limonaia. Nel negozio di Technotown potrete acquistare un kit per la coltivazione non dei quadrifogli – ché ormai ve li siete persi anche lì (3) – ma dell’erba gatta; e se non avete un gatto, non usatela per l’insalata.

note

  1. In granito rosa del Sempione, è gemello dell’altro obelisco, eretti entrambi nel 1842 da Alessandro Torlonia.

  2. Se durante le vacanze di Natale siete andati nello Zimbabwe, alle cascate Vittoria, avrete di certo acquistato il tè Tandanga, lì coltivato e largamente usato. Se non siete mai andati nello Zimbabwe, cercate amici che ci siano andati recentemente e fatevene regalare un po’ da loro.

  3. A Technotown il kit per coltivare i quadrifogli, in vendita fino a qualche tempo fa, non è più in catalogo.

Laura Scarino e Rosalba Conserva

impaginazione a cura di Carlo Bonotto

la foto della panchina è di Ivan Rettino, le altre due di Marina Fiorentino

.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...